martedì 27 gennaio 2009

Il mio KublaiCamp /4


Profumo di Sicilia, sapori di cose buone, di ricette "provenienti" dalle monache, odore di mare misto a odore di cultura, paesaggi di mare, di isole nascoste nella notte di Sicilia, lontane, di vulcani mai sopiti, di sole e di colori.
.
Questo è, per me, il Caffè Galante, un progetto presentato da un gruppo di amici.
.
Pico, Roberta e Fabio sono di tre luoghi geograficamente molto distanti tra loro: Milano, Bologna, Patti formano un triangolo che abbraccia tutta l'Italia. E' il nord che si unisce al sud per dare vita a un sogno nel quale lo sviluppo di un territorio si sposa con la cultura, con la volontà di dare vita a un luogo dove le persone si possono incontrare.
.
Al KublaiCamp erano quelli sui divanetti vicini all'ingresso, che mettevano a punto la presentazione, che mettevano le formine dei dolci nelle vetrinette, che, forse, erano i più contenti di rivedersi perchè, contrariamente agli altri progetti, loro non si vedono mai, se non in Second Life o in skype. E, nel pomeriggio, erano quelli che ci hanno ingolosito con le paste tipiche assaggiate prima e dopo la loro presentazione.
.
Patti è una cittadina che conosco solo dal web, ma conta poco meno di 15.000 abitanti, in pratica come il rione dove vivo io, una dimensione che conosco bene, perchè la gente d'Italia, qualsiasi cosa si dica, non è poi così diversa, anche con tanti km di differenza.
.
Il progetto per il recupero del Caffè Galante vuole recuperare un locale storico, mettendo insieme lavoro, sviluppo e cultura, realizzando un piccolo inizio di quello che molti vorrebbero per il nostro Sud Italia.
.
Ascoltavo la presentazione nella Sala2 (freddina che faceva tanto desiderare il sole di Sicilia), facevo foto, e pensavo ...
.
Pensavo di chiudere gli occhi e immaginare un posto come quello sognato da Pico, in una giornata di sole d'estate, in una cittadina vicino al mare, così vicino che se passi al Caffè Galante e ti prendi un gelato dei loro, poi esci, vai su su fino al seminario o alla cattedrale, puoi vedere il mare, lì sotto, e le Eolie che si vedono in lontananza.
.
Ecco, questo è il mio sogno che regalo agli amici del Caffè Galante: che mi auguro di poter un giorno fare un viaggio in Sicilia, arrivare a Patti e realizzarlo ...

2 commenti:

Nino Galante aka Pico ha detto...

Come si fa a non essere felici di essere tra i finalisti del Velas Award ???

Grazie Velas per il prestigioso riconoscimento :)

Non c'è mai stata in quel posto ma è come lo conoscesse da una vita.

Grazie per aver colto gli obiettivi culturali, sociali e di sviluppo del progetto in una terra dove riuscire nell'intento rappresenta una vera scommessa.

Grazie infine per averci letto così bene interiormente ed avere raccontato la gioia del nostro lavorare insieme, nonostante le distanze, e del nostro ritrovarci.

Ciao, Pico

Roberta Greenfield ha detto...

Velas, sei un'amica.
Un abbraccio.