domenica 7 marzo 2010

Nato a San Fermo della Battaglia ... (ex Como)

Ora, io non vorrei metterla sul "campanilsmo", ma questa notizia mi lascia un po' di amaro in bocca.
.
Certo, le norme sono quelle, e lo sono fin da quando è stata scelta la zona per edificare il nuovo Ospedale, però la sostanza non cambia: i nuovi bimbi che nasceranno nel "nuovo" Ospedale Sant'Anna non saranno più registrati come nati a Como, ma come nati a San Fermo della Battaglia, provincia di Como.
.
E' un fatto affettivo, però mi sembra come se l'Ospedale di Como non fosse più "di Como", ma di San Fermo, come se identificare il luogo di nascita dei propri concittadini riconoscesse implicitamente una identità diversa a quel luogo.
.
Leggo che se prima si pensava ad un "escamotage", ora si ragiona su come rafforzare l'ufficio anagrafe di un comune che è ovviamente sottodimensionato per il carico di lavoro che lo aspetta (non solo nascite, anche morti).
.
Ma in tutto questo leggo la mia enorme nostalgia, leggo il trovarsi davanti a un fatto compiuto senza che lo si sia spiegato prima, che non cambiava nulla, però lo si sapeva e forse qualcosa si poteva anche fare.
.
Leggo una ulteriore perdita di identità della mia città, che ora potrà contare solo sulle nascite dell'Ospedale Valduce, che, volerlo o meno, ora resta davvero l'unico "Ospedale di Como".
.

5 commenti:

Lorenzo Spallino ha detto...

Non é vero che la cosa non sia stata spiegata prima. Assolutamente. Tutti - e sottolineo tutti - avevano spiegato ampiamente che per effetto di non si sa di quali alchimie i nuovi nati avrebbero avuto sui documenti la dizione ^nato a Como^. Potremmo, ovviamente, riaprire gli scatoloni con la rassegna stampa dell'epoca e vederli seriosamente impegnati mentre rilasciano dichiarazioni tranquillizzanti con l'espressione seria degli ^addetti ai lavori^. Ma a cosa servirebbe? Evidentemente a nulla se a distanza di anni ci ritroviamo le stesse persone a dire che, insomma, gli spiace ma non se poteva fare a meno. La memoria é un ingranaggio collettivo: cercare di andare in senso contrario può essere inutile, più che pericoloso.

Elena ha detto...

@lorenzo: grazie per il commento e la precisazione. Di solito sono abbastanza attenta su questi argomenti e devo chiedere venia perchè mi era sfuggito questo aspetto legato alle rassicurazioni riguardo il comune di nascita anagrafico del nuovo Ospedale.
E la mia amarezza non fa altro che aumentare ...

Lorenzo Spallino ha detto...

Facciamoci del male: apro gli scatoloni e pubblico su Città Possibile gli articoli, così non sianmo solo noi due ad amareggiarci. Come scrive Giovanni Giudici,
"dovremmo essere in molti, sbagliare in molti,
in compagnia di molti sommare i nostri vizi,
non questa grigia innocenza che inermi ci tiene".

Elena ha detto...

@lorenzo: grande! :D tu pubblica gli articoli che io ti linko!

Anonimo ha detto...

SCANDALOSO!!!!!!!!!!!!!!!!
I BIMBI DEVONO AVERE LA DICITURA NATI A COMO!
CHE VERGOGNA.
POVERI NOI