venerdì 26 dicembre 2008

Pronti, partenza, viaaaaaa

Se la neve ce la darà buona, se il traffico non ci farà impazzire, se il ghiaccio non bloccherà le strade, se questo maledetto raffreddore se ne andrà senza rimpianti, se riusciremo a fare le valigie, se riusciremo a dare a casa una parvenza di decenza, se riusciremo a chiudere la valigia di Daniele (che di cose ne porta più lui che io), se, se e se .... sarà vacanza.
.
Vacanza Vera, con tutte le V maiuscole, quella che si fa chudendosi dietro la porta di casa, e andando in giro per il mondo, nel nostro caso in giro per l'Italia..
.
Del 2008 ricorderò i viaggi: ho perso il conto delle volte che sono andata avanti e indietro da Roma, sono stata a Torino due volte, Pesaro, Urbino, Firenze, Montecatini, e a Gran Canaria e a El Hierro. Tutti posti bellissimi, ma il posto che mi è rimasto nel cuore è Matera.
.
A Matera sono andata sola, che Daniele aveva una delle sue gran fondo di mountain bike in Toscana, ed è stato forse il mio primo viaggio sola da quando siamo sposati.
.
Ho visto una terra stupenda, la Basilicata, ho conosciuto l'affetto caloroso delle persone che la abitano, ho visto posti che è difficile raccontare, ho dormito nei sassi, mi sono svegliata al canto degli uccelli che popolano i sassi di Matera la sera e la mattina. Ed è stata la prima volta che non ho condiviso questa meraviglia con Daniele.
.
Bisognava rimediare: è da un po' che ho voglia di rivedere la mia sorellina di Matera, Clarita: dovevo andare a trovarla a Bruxelles, ma poi non ce l'ho fatta. Nel frattempo si è abilitata, è diventata una "collega", e ancora non abbiamo festeggiato a dovere.
.
Unire le due cose è stato sin troppo semplice: un viaggetto a Matera per Capodanno.
.
Ma, invece di prendere l'aereo, noleggiare l'auto etc etc, si è pensato di partire da casa con la mia Corsetta (che, visto che è automatica, la guido anch'io), e fare tappe nell'Italia per non fare la "tirata unica", anche se pare non sia una cosa così sconvolgente andare in giornata.
.
Ed è così che domani si parte, mattina presto, con questo programma di massima:
.
- 27 dicembre: Giulianova dove incontrerò la mia amica secondlifiana Raffaella (milanista, purtroppo, come Daniele);
- 28 dicembre: Lecce, perchè ne ho sentito parlare così tanto che non mi è possibile non andare a curiosare un po';
- 29 dicembre: giretto nel Salento e risalita a Matera e abbraccione con Clarita mentre i boys fanno conoscenza;
- 30/31 dicembre: Basilicata, Lucania, nord e sud, con gli itinerari che Clarita ha già preparato per me, sperando di incontrare i tanti amicinonsolo2.0 che vivono in quella bellissima terra;
- Capodanno a Matera (sono già a dieta, visto che Cla ha promesso di farmi mettere 5 kg in un giorno, e io so quanto sia determinata);
- 2 gennaio: partenza per Firenze, dove DEVO vedere assolutamente il museo con esposta la mia Moleskine e la tenda con la mia chat, e incontrare, con calma stavolta, Elvira (Night) e raccontarci tutto quello che non ci siamo riuscite a dire la scorsa volta;
- 3 gennaio: ancora Firenze in mattinata, rientro via Marina di Carrara per salutino al parentado.
.
Una bella settimana, tosta, piena di luoghi, immagini, sapori, profumi, ma soprattutto di tanta, tanta amicizia.
.
Ci sono tutte le premesse per una buona fine e miglior principio... il resto, per chi lo desidera, nei prossimi giorni sul questo blog, che, as usual, si trasforma nel mio diario di viaggio.

4 commenti:

Grissino ha detto...

Per me guidare é uno stress tale che piuttosto fare il tuo tour con cosí tanta guida, starei a casa! (andrei in treno)

clarita ha detto...

non vedo l'ora di vederti sorellona!!! sto organizzando tutto per farvi trascorrere dei giorni indimenticabili!!! eppoi ricorda che "insieme a capodanno... insieme tutto l'anno!!"

Elena ha detto...

@ale: matera è irraggiungibile con ordinari mezzi pubblici, già fatto l'esperimento a maggio :(
e poi, ultimamente, guidare non mi disturba, e usiamo la mia auto proprio per guidare un po' per uno.
@clarita: vero :)))))

fabio f ha detto...

e la casella sorpresAAA?... non la vedo ;)
(quando io parto non so nemmeno quanti soldini ho in tasca)