martedì 11 settembre 2007

Il rientro di tanti ...



Mai come quest'anno, dopo il rientro dalle vancanze, incontro gente scontenta, stanca, triste.
.
Forse perchè sono triste anch'io, forse perchè ho pagato il rientro con qualche problemino di salute, ma mi sento immersa nel malumore come in una nuvola di smog.
.
Oggi ero a Cernobbio, per lavoro, ero in anticipo e ho un po' allungato: la strada che porta in questo comune è come il set di un film da sogno; il lago, le montagne, il verde che comincia a prendere i colori dell'autunno, le ville del lago, l'azzurro del cielo e l'azzurro del lago.
.
La quiete serena della riva di Cernobbio, dove sembra di essere in perenne vacanza, dove il tempo sembra fermarsi, anche solo per il tempo di una passeggiata in riva, fino all'imbarcadero, a vedere pasare i battelli e i motoscafi sul lago.
.
I giochi dei bimbi, i bar all'aperto.
.
Il sole che scalda ...

4 commenti:

Michelangelo ha detto...

Come ti invidio certe volte... Prima o poi verrò a passare un weekend lì, voglio proprio sperimentarla sta pace.:-)

Elena ha detto...

Soprattutto nei giorni feriali, quando c'è poca gente ... non si può spiegare, per me, tante volte, è indispensabile.

wishfulthinker ha detto...

hai ragione ... di tanto in tanto lo faccio anche io ed è estremamente rilassante.

Elena ha detto...

@wishfulthinker: che bel nick!