lunedì 13 agosto 2007

Azzorre - Prologo

Giorno prima della partenza.

Quest'anno ci siamo (mi sono) riufiutati di prendere il solito "tour operator", che poi manda ragazzine in assistenza che sanno solo dove sono le discoteche, e se hai un'esigenza particolare ti rispondono, come l'anno scorso a Tenerife: (leggere con voce chioccia) "non siamo convenzionati, provo a sentire il responsabile, ma poi, cosa ci andate a fare a El Hierro che tanto non c'è niente ... ".

Quindi mi sono affidata a Internet per cercare un operatore serio che mi aiutasse ad organizzare una vacanza diversa. L'ho trovato in Drive Out, con Gabriella che mi ha aiutato nel programma e nelle prenotazioni. Sono stati seri, precisi, puntuali, il loro ufficio è a Milano, zona Montenapoleone, e sembra un piccolo cameo d'Africa per come è arredato.

Domani mattina, ore 8.30, viene Andrea a prenderci per portarci a Malpensa, da dove partiremo alle 12.15 (per chi vuole guardare su Televideo se l'aereo è partito Volo TP 803 per Lisbona).

Il programma di viaggio dice che dovremmo arrivare a Sao Miguel alle 17.30, cambio aereo a Lisbona, perchè non esistono voli diretti dall'Italia.

Ora, se ho ben capito, ma sarà domani che mi verrà svelato l'arcano, a Lisbona c'è un'ora in meno e alle Azzorre un'altra ora in meno, ma non so bene come sia la storia con l'ora legale. Comunque non è un problema "per quel che avremo da fare....".

Oggi passaggio delle consegne: lascio la casa in mano alla mia mitica vicina, Mindyna (il mio pappo), giornali, corrente, posta, piante ... insomma tutte quelle cose che si lasciano in consegna.

Dovrò chiudere il mio nuovo e già amatissimo pc di casa, ma non posso proprio portarmelo dietro (sigh!). Chiuderò anche le valigie che sono ancora in alto mare...

Ho ripassato un po' di inglese e ho imparato alcune "importanti" parole in portoghese (hola è ciao come in spagnolo).

Stasera non si cucina (olè!) perchè sarà già tutto lindo e pulito (la scusa è quella ;) ).
Cosa mi mancherà di più? La telefonata quotidiana con le mie amiche, anche se ho fatto la carta Tim Senza Confini Europa, così se mi chiameranno spenderanno come in Italia (fino a 100 minuti), io invece non chiamerò, se non per i compleanni (se mi ricorderò ;) ) perchè spenderei una cifra.

Stanotte, so già, non dormirò, perchè è questo l'effetto che mi fa partire ...

E domani vacanza!

3 commenti:

Michelangelo ha detto...

Ma che ci vai a fare in vacanza, stai a casa, è meglio...;)

Bloggointestinale ha detto...

buone vacanze!!!

Grissino ha detto...

In casa si sta bene se si ha una villetta con giardino e non c'è il clima afoso della maggior parte della pianura padana...

Ad ogni modo, anche stando nelle migliori condizioni si deve viaggiare per APRIRSI LA MENTE cosa di cui gli italiani hanno MOLTO BISOGNO.

Buon viaggio, divertiti e mi è piaciuto molto la frase "Ho ripassato un po' di inglese e ho imparato alcune "importanti" parole in portoghese (hola è ciao come in spagnolo)." che indica che sei aperta a conoscere le persone del luogo e le usanze locali.
:-)